marenco-barolo

BAROLO

“Nobile, complesso e robusto”

Definito da sempre il re dei vini, il vino dei Re. Il suo nome deriva dalla
piccola città di Barolo da cui provengono le sue uve. È uno dei vini DOCG più
antichi che abbiamo in Italia, e si dice che la Contessa di Barolo mandasse
spesso del vino al Palazzo reale di Racconigi dove vivevano i reali d’Italia.

Tipo di uva: Nebbiolo 100%

Denominazione: DOCG

Tipo di vino: rosso, secco e fermo

Area di produzione: Monforte d’Alba (CN)

Resa media annuale: Kg 8.000 di uva per Ha.

Vinificazione: Dopo la fermentazione alcolica, che dura circa 12-15 giorni,
la maturazione e l’invecchiamento, a partire dalla malolattica, avvengono in
vari tipi di legno di Slavonia, per un periodo tra i 18 e 22 mesi. A seguire
avviene l’assemblaggio finale e l’imbottigliamento. A distanza di circa un
anno le bottiglie sono pronte per la commercializzazione.

Caratteristiche: Al profumo evoca sensazioni floreali e speziate con
sentori di frutta matura e una leggera nota di erbe officinali. Al gusto,
morbido ed equilibrato ma di notevole struttura, con tannino fine e persistente
che lo rende ricco ed elegante.

Abbinamenti: Ideale per cacciagione e selvaggina, brasati, capriolo
e cervo. Superbo con piatti arricchiti da tartufo bianco d’Alba.

Temperatura di servizio: 16 – 18 ° C

Gradazione alcolica: Gr.14% (a seconda dell’annata)

Acidità: 5,5 g / l (a seconda dell’annata)

Zuccheri residui: 1 g / l (a seconda dell’annata)

Schermata 2016-07-06 alle 18.40.58

“Il Re dei vini e il vino dei Re.”

“Vinum Regum, Rex Vinorum”, Luigi XIV di Francia

Schermata 2016-06-18 alle 15.14.29